Ego Estetica

Pelle Seborroica come si presenta e cosa fare per prendersene cura

Pelle Seborroica come si presenta e cosa fare per prendersene cura

Pelle Seborroica come si presenta e cosa fare per prendersene cura

La pelle seborroica è un tipo di pelle che caratterizza uomini e donne, nei quali la secrezione delle ghiandole sebacee è maggiore rispetto alla norma.
La nostra pelle infatti, è ricoperta da un film idrolipidico costituito da una particolare miscela di acqua e grasso che ha l’importante funzione di difendere la cute dalle aggressione esterne oltre che garantirle compattezza e morbidezza.

In questa miscela, l’acqua è rappresentata essenzialmente dal sudore e, in parte minima, da quella quantità di acqua che evapora continuamente dalla superficie cutanea; mentre la componente oleosa, denominata sebo, è fornita in gran parte dalle ghiandole sebacee e, per la restante parte, dalle cellule dello strato corneo dell’epidermide (la parte più superficiale della pelle).

Le ghiandole sebacee sono irregolarmente distribuite su tutta la pelle, eccetto sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Sono molto numerose (400-900 per centimetro quadrato) e di volume maggiore sul volto, in particolare sulla “T facciale” (fronte, naso, mento), sul cuoio capelluto, sulla scollatura e sul dorso tra le scapole.

Sono invece  numericamente scarse (50 – 100 per centimetro quadrato) e di minor volume, sul resto del corpo ed in particolare sugli arti.

E’ quindi evidente che la produzione di sebo di una determinata regione cutanea, è legata al numero delle ghiandole presenti in tale sede; ghiandole la cui attività è regolata da alcuni fattori, il principale dei quali è quello ormonale ed in particolare degli ormoni androgeni che sono presenti non solo negli uomini ma anche nelle donne seppur in quantità minore.     

 

Un’aumentata produzione di sebo pertanto, la cosiddetta seborrea, è la conseguenza dell’alterazione dei meccanismi legati a detti ormoni. Il più delle volte il fattore determinante è una predisposizione ereditaria/ familiare. Altri fattori secondari, che sembrerebbero favorire la iperproduzione di sebo, sono: un’alimentazione squilibrata, la temperatura esterna, lo stress, l’insonnia.

 

COME SI PRESENTA LA PELLE SEBORROICA?

Al tatto la caratteristica principale è un untuosità ed un ispessimento cutaneo che rappresenta il fattore maggiormente responsabile del colore grigiastro tipico di questo tipo di pelle. E poiché il sebo arriva all’esterno attraverso l’ostio follicolare, la pelle “grassa”, si caratterizza anche per una dilatazione degli osti follicolari che aggiungono al quadro, un effetto di “pelle porosa”.

Quando poi sugli osti follicolari si forma un tappo di sebo e di cellule cornee, ecco che appaiono i comedoni o volgarmente detti “punti neri” fino ad arrivare, nei casi dove c’è una forte incidenza ormonale all’acne.

 

una nota positiva?

La pelle seborroica proprio per le sue caratteristiche, ha il vantaggio di invecchiare più lentamente e le piccole rughe di espressione compaiono più tardi ed evolvono meno rapidamente di quanto normalmente accade alla pelle secca! è invece più soggetta a cedimenti del tessuto e alle macchie cutanee, oltre che spesso associata alla disidratazione


Insomma, una buona presenza di sebo, può considerarsi il primo antirughe naturale! Ma attenzione, se questa pelle viene maltrattata anche con una cosmetica quotidiana assente o sbagliata in termini di idratazione, può impazzire e diventare facilmente irritabile e sensibile.

Spesso infatti si sente dire: “tanto con questa pelle grassa è inutile mettere altre creme sul viso e sul corpo, rischio di peggiorare la situazione! Niente di più sbagliato!
TRATTAMENTO

Come fare per portare una pelle seborroica verso la normalizzazione e per allontanarla dall’acne?

Un ruolo fondamentale è svolto dalla detersione. La pulizia della pelle è un momento estremamente delicato nell’igiene quotidiana. Contrariamente a quello che si può pensare, una pelle grassa non va sgrassata in maniera aggressiva! Più energica sarà la sgrassatura più rapida ed abbondante sarà la ricomparsa del sebo (il cosiddetto effetto Rebound).
Per non parlare poi della possibilità di procurarsi la comparsa di dermatiti reattive!

 

è quindi FONDAMENTALE utilizzare dei detergenti non aggressivi o sebosimili che detergono per affinità (il grasso asporta il grasso simile) e soprattutto delle CREME SPECIFICHE che RIEQUILIBRANO la produzione di SEBO. Tutto abbinato ad un TRATTAMENTO DI IGIENE ESTETICA da effettuare in istituto una volta al mese che vada a pulire e riequilibrare il tessuto. (scopri la linea dedicata a questo tipo di pelle: https://shop.egoestetica.it/categoria-prodotto/dermo/seboline/)

 

Assolutamente da evitare: creme opacizzanti che ostacolano la normale fuoriuscita del sebo occludendo i pori della pelle.

 

In conclusione: una pelle seborroica oggi non è più un problema come nel passato quando,  gli inestetismi legati a questo tipo di pelle, creavano disagi non indifferenti (soprattutto ai giovani) nei rapporti interpersonali.

Effettuare un check-up cutaneo subito dopo la pubertà, quando cominciano i problemi, permetterà di conoscere  per tempo la propria pelle; e la propria pelle significa apprendere al più presto abitudini cosmetiche da praticare tutti i giorni per avere una pelle sempre perfetta e sana e non più terreno fertile per i batteri che sono sempre in agguato su questo tipo di pelle, soprattutto sotto spinta ormonale.

LA PELLE DEGLI UOMINI

Troppo spesso trascurata e per questo “maltrattata” la pelle degli Uomini ha bisogno di tutte le nostre attenzioni!

Tendenzialmente portata ad essere seborroica la pelle dell’uomo, grazie anche alla maggior produzione di testosterone, risente meno dei cedimenti intorno al viso e di molti degli inestetismi tipici delle donne, ma, d’altro lato, tendono a presentare rughe e segni dell’età nella zona del contorno occhi, inestetismo che spegne lo sguardo rendendolo più affaticato e “invecchiato”.

 

Erroneamente si pensa che la pelle dell’uomo sia più resistente, più spessa e capace di resistere agli stress di agenti esterni o dei raggi UV… nulla di più sbagliato!

La pelle dell’uomo ha bisogno di essere trattata proprio come quella della donna con detergenti, una crema possibilmente in gel e una pulizia del viso 1 volta al mese per non incorrere in sensibilizzazioni e stati di infiammazione!

 

Siamo diversi ed anche le creme devono essere SPECIFICHE per l’UOMO, con formulazioni studiate ad Hoc per il loro tipo di pelle, quindi detergenti in gel con risciacquo ad acqua e creme con texture asciutte possibilmente in gel con particolare attenzione soprattutto per il contorno occhi che, come abbiamo detto, è tra le zone che più risentono del passare degli anni.

 

Scopri come prenderti cura della tua pelle con il nostro Check up!

https://www.egoestetica.it/check-up-online/

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.