E’ solo una stupida macchia…?

Quante volte ti è capitato di notare delle macchie rosse sulle braccia, o dietro la schiena che, così come sono comparse, poi altrettanto velocemente si sono dissolte nel nulla?

Probabilmente tante, così tante che ormai nemmeno ci fai più caso. Inconsciamente sai che durano due, massimo tre giorni e scompaiono sole. Quindi, perché preoccuparsi… giusto?

Niente di più sbagliato! E adesso ti spiego anche il perché.

Innanzitutto, tieni bene a mente un principio: quando la pelle manifesta dei rossori intensi e prolungati, ma anche relativamente brevi e meno vistosi, è sinonimo di un’infiammazione a cui la pelle risponde, sempre, con una macchia cutanea.

Quindi, quando per esempio ci esponiamo al sole senza proteggerci abbastanza e dopo la doccia notiamo un rossore diffuso sulla pelle, anche se quel rossore, come al solito, in un paio di giorni sparisce lasciando posto a una spellatura più o meno intensa, la pelle non ha finito di reagire a quell’insulto.

Contrariamente a quanto siamo portati a pensare, il tempo di reazione della pelle è molto lungo, dura anche diversi anni, consegnandoci poi il conto quando ormai non ce lo saremmo più aspettate.

Noteremo infatti nel tempo una ruga in più, un ispessimento o una disidratazione più manifesta, una
macchia cutanea, o ancora un neo e così via, se ci va bene. Nella più grave delle ipotesi, invece, potrebbe
addirittura manifestarsi una delle malattie più aggressive della pelle: il melanoma.

Il tutto a causa di un’insolazione presa quattro o cinque anni prima? Purtroppo sì, specialmente se l’insolazione non è stata soltanto una, ma una (cattiva) abitudine, per dire, di ogni inizio estate.

Senza pensare necessariamente al peggio, però, basta riflettere su quanto disagio creino determinate macchie quando si formano in zone particolari e tendono a persistere nel tempo…

“Che disagio, sembra che mentre parlo con qualcuno da vicino, tutti stiano li a guardare la mia macchia!”

Quante volte l’avrai pensato? Quante volte, nel tentativo di nasconderla, non hai fatto altro che accentuarla a causa di movimenti bruschi, buffi e impacciati che non hanno fatto altro che attirare l’attenzione sulla macchia? E quella macchia ancora più malefica che compare sul labbro superiore?

Magari in quarant’anni e più di vita hai avuto la fortuna di non doverti mai depilare il labbro superiore, ma che da quando ti è comparsa sembra che tu sia la reincarnazione femminile di D’Artagnan dei Tre Moschettieri… Poi, la solita delicatezza della gente che non esita mezzo secondo nel fartela notare, puntando immediatamente il dito sulla tua ipotetica pigrizia, o sull’incapacità della tua estetista con frasi del tipo:

“Ma perché non ti fai fare una ceretta ai baffi quando vai dall’estetista? Perché non cambi estetista?”.

Con la sola, grande, immensa, potentissima voglia di aprile le braccia, inginocchiarti e urlargli in faccia:

“Questi non sono baffi: ho una macchia cutanea e non ha la minima intenzione di sparire!!!”

Sono quelle situazioni che ti mettono talmente a disagio che saresti pronta veramente a tutto pur di risolvere il problema. Enfatizzando, e nemmeno poi così tanto, saresti pronta a cancellare quella macchia anche con l’acido muriatico se dovesse funzionare… Così che provi di tutto, spendendo soldi e non risolvendo praticamente niente. A questo punto, come logica vuole, i passi da compiere per risolvere i problemi sono due: prevenzione e cura adeguata.

Sicuramente, ora che sei a conoscenza del fatto che qualsiasi tipo di reazione della pelle potrebbe anche perdere di innocenza, sarà più facile per te prevenirle nel migliore dei modi.

Allo stesso tempo, anche per quelle meno gravi, ma fastidiose e disagianti, occorre trovare una soluzione affinché scompaiano e ti permettano di chiacchierare con chiunque senza la necessità di dover escogitare posizioni strane e assurde.

Quindi cosa fare per ritrovare un colorito compatto e luminoso?

Innanzitutto, studiamo ancora meglio il nemico prima di andare a combattere la guerra!
La macchia cutanea viene generata nella parte più profonda della pelle, nel melanocita che è una cellula situata nello strato basale, e ne abbiamo 1 ogni 4 o 5 cellule basali. Qui si produce la melanina, ovvero la sostanza che dà colore alla nostra pelle: ognuno in base a quanti melanociti, quanto sono grandi e in base al proprio fototipo, diventa più o meno abbronzato dopo l’esposizione al sole.

Abbiamo visto in precedenza come la pelle reagisce agli insulti che gli vengono inferti e quindi, in base al tipo di pelle, più o meno sensibile e reattiva, molto spesso risponde aumentando la produzione di melanina in maniera inconsulta, formando così le antiestetiche macchie cutanee. Quindi starai pensando

“bene, quindi ci vado di scrub super abrasivo così cancello la macchia!”
No! Niente di così azzardato!

Purtroppo non è così che funziona il melanocita, in quanto possiede una memoria cellulare che, ricordandosi del potenziale pericolo, tende a produrre più melanina per proteggere la pelle.

Ovviamente in tutto ciò infieriscono anche gli sbalzi ormonali che spingono il melanocita a produrre le antiestetiche macchie cutanee. 

Molto soggette sono infatti le donne in gravidanza, manifestando macchie scure e diffuse su grandi aree del viso: il cosiddetto Cloasma. Per fortuna la prevenzione e il ritorno ai normali cicli ormonali fa schiarire questo tipo di macchia più facilmente di quelle circoscritte e di quelle senili. 

Come sempre a noi di Ego Estetica piace attuare una strategia in grado di combattere l’inestetismo e allenare la pelle affinché possa ritrovare la sua normale fisiologia.

Prenota ora il tuo Restart Macchie a € 67 invece che € 120 e ritrova IMMEDIATAMENTE un colorito compatto e luminoso!

Il trattamento Restart Macchie, infatti, è il primo approccio, che puoi ripetere anche una volta al mese, per rieducare le antiestetiche discromie della cute.
Alle mie clienti inoltre consiglio, almeno una volta l’anno, una programmazione completa di trattamenti fisiologici che vanno a calmare il melanocita responsabile dell’iperproduzione di melanina. E’ un ciclo che dura minimo 3 mesi con trattamenti settimanali per seguire le necessità della pelle di essere giustamente stimolata e utilizzi questo stimolo per imparare a lavorare meglio, piuttosto che disperdere inutilmente le sue energie.

Inoltre il prodotto domiciliare per le macchie cutanee è fondamentale che venga usato almeno per 2 anni, che la pelle non venga esposta direttamente ai raggi solari per questo tempo, che si utilizzi al mare una protezione 50+, un cappello e si stia con il viso in ombra. Precauzioni da prendere che anche in città, e anche in inverno applicando il filtro cittadino. Perché, si sa, chi è soggetto ad avere le macchie è sensibile anche alla luce artificiale, non solo a quella del sole.
Ora non ti resta che risolvere il problema una volta per tutte.

Dimentica l’acido muriatico, con Ego Estetica tutto è molto più semplice.

Prenota ora il tuo Restart Macchie a € 67 invece che € 120 e ritrova IMMEDIATAMENTE un colorito compatto e luminoso!

Post Correlati