Ego Estetica

Il “trauma” della ceretta

Il “trauma” della ceretta

Il “trauma” della ceretta

L’infezione del follicolo pilifero si presenta con delle pustole di colore bianco. L’infezione avviene perché i batteri riescono penetrare nel follicolo e quindi ad infiammarlo. La ceretta è un piccolo trauma per la pelle perché va a danneggiare in maniera meccanica la superficie cutanea alterando l’equilibrio di difesa, e facendo in modo che il batterio è più facilitato ad entrare nel follicolo e quindi ad infiammarlo, favorendo così la comparsa di infezioni. Le sensazioni che si hanno sono di prurito fastidio e a volte dolore.! !!

Come prevenirla.

Se la nostra pelle è in equilibrio ben idratata e soprattutto una buona barriera lipidica ben compatta avrà una resistenza maggiore al trauma della cera. Quindi l’applicazione di una crema specifica che rinforza le barriere cutanee sarà sicuramente il primo passo per prevenire problematiche post-ceretta. La pelle sensibile o pelle suscettibile è quella tipologia di pelle da tenere più sotto controllo rispetto alle altre tipologie di cute, soprattutto effettuando una ceretta specifica, la ceretta per pelli sensibili “Sensicare”. Questo trattamento consiste nel preparare la pelle allo strappo con una cera delicata e impacco con i sali e oli essenziali per andare a riepitelizzare e a lenire la parte interessata. Certo questo protocollo non fa si che la cera sia indolore ma sicuramente andiamo ad evitare che la pelle si stressi troppo. Per quanto ancora bisognerà sopportare la tortura della cera? Ci sono due modi per non soffrire più per la cera:

  1. Farli crescere e prendere consapevolezza di quello che si sta facendo (trasformandosi in un “Orango del Borneo”)…Ognuno fa le sue scelte e bisogna rispettarle.
  2. Il mondo dell’estetica è in continua evoluzione e si cercano metodi più disparati per soddisfare le esigenze del cliente sempre più attento ed esigente; ed è per questo che abbiamo scelto la tecnologia Laser Mediostar Next per dire Basta Ceretta! Per saperne di più clicca qui

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.