Ego Estetica

Ci prendiamo cura della tua pelle

Ci prendiamo cura della tua pelle

Ci prendiamo cura della tua pelle

Comedoni, brufoletti, aspetto untuoso e pori dilatati, chi di noi non ne ha mai sentito parlare? Quando queste parole terribili non sono solo il risultato di un’abbuffata di cioccolato e patatine fritte della sera prima si parla di Pelle Seborroica o Grassa! Si tratta di un inestetismo molto diffuso, tipico ma non esclusivo degli adolescenti e giovani adulti, ed è frutto di un’esagerata ed incontrollata produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, minuscole strutture anatomiche localizzate nel derma profondo. La funzione delle ghiandole sebacee è di produrre il sebo che, insieme ai lipidi e alla parte liquida del sudore crea il film idrolipidico.

In una cute sana, questa sorta di pellicola presente sull’epidermide protegge la pelle da impurità e batteri, mantenendola nel contempo elastica, morbida ed idratata.

Come si presenta?

La pelle grassa si presenta lucida ed oleosa ma a volte addirittura disidratata.

Il suo colorito è piuttosto spento e, al tatto, risulta irregolare nella trama, untuosa e ruvida.

L’aspetto irritato e infiammato è dovuto principalmente dal fatto che il film idrolipidico si fa più spesso e ceroso, tanto da ostacolare la traspirazione e favorire l’attività dei microrganismi responsabili di infiammazioni e cattivi odori.

Ma come se già tutto questo non fosse abbastanza, è da considerare anche che la pelle grassa può essere di diverse tipologie, caratterizzate da cause e caratteristiche a volte molto differenti l’una dall’altra:

  • PELLE GRASSA OLEOSA: Il sebo – la cui produzione è rilevante ma non straordinaria – è particolarmente fluido. Alla vista, una pelle oleosa appare evidentemente lucida, con i pori molto dilatati.
  • PELLE GRASSA SEBORROICA: L’attività delle ghiandole sebacee risulta talmente abbondante da degenerare addirittura nel patologico. Quando viene prodotto in eccesso, il sebo dilata le pareti dei follicoli (comunemente chiamate “pori della pelle”), che assumono un aspetto caratteristico, gergalmente noto come “pelle a buccia di arancia”.
  • PELLE GRASSA ASFITTICA: Il sebo è ceroso, denso ed intrappolato nei follicoli. L’esagerata produzione sebacea va ad ostruire il lume follicolare; di conseguenza, il sebo, i detriti cellulari ed i batteri rimangono imprigionati al suo interno formando gli antiestetici punti neri.
  • Dal momento che il sebo non viene riversato all’esterno, la pelle non appare grassa ed untuosa, ma tendenzialmente secca e ruvida al tatto (una ruvidità data proprio dalla presenza dei comedoni).
  • PELLE IMPURA E A TENDENZA ACNEICA: questa variante di pelle grassa si distingue dalle precedenti per la formazione di papule e pustole. I diretti responsabili di queste imperfezioni cutanee sono i batteri che, a livello follicolare, inducono reazioni infiammatorie tali da generare lesioni che spesso rimangono come vere e proprie cicatrici sulla pelle. Una pelle grassa a tendenza acneica è inoltre soggetta agli arrossamenti e risente degli sbalzi di temperatura. Questo tipo di pelle grassa coinvolge una percentuale piuttosto consistente di adolescenti ma, in alcuni casi, può interessare anche i giovani adulti fino all’età di 25-30 anni. È soggetta soprattutto alle spinte ormonali senza differenza tra maschi e femmine.

Vi siete riconosciute in qualcuna di queste tipologie di pelle grassa? Se questo è il vostro problema è importante prendersene cura costantemente con dei prodotti specifici per le vostre esigenze oltre che a dei trattamenti periodici che permettano il riequilibrio del film idrolipidico combattendo non solo l’aspetto inestetico ma anche e soprattutto il benessere della vostra cute!

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.