Ego Estetica

Acid Peel. La novità dell’anno nel tuo centro estetico

Acid Peel. La novità dell’anno nel tuo centro estetico

Acid Peel. La novità dell’anno nel tuo centro estetico

La parola peeling origina dal verbo inglese To Peel che significa: PELARE “togliere strati di pelle”

Trattamento dermo-estetico che consiste nell’applicazione di sostanze chimiche in grado di esercitare un’azione esfoliante degli strati epidermici, così da favorire l’eliminazione di inquinanti e cellule morte, ripristinando il corretto turnover cutaneo.

 

Stai trattando le MACCHIE ma vuoi un trattamento intensivo che le SCHIARISCA subito?

Lo Skin Time sta SEGNANDO LA TUA PELLE in modo sempre più evidente e vorresti un aspetto più levigato e tonico?

In vista dell’Estate vorresti un COLORITO UNIFORME che ti permetta di non usare il fondotinta?

L’ACNE ha segnato la tua pelle e non sai come migliorarla?

 

IL POST PEELING

  • Idratare
  • Riepitelizzare
  • Ripristinare la funzione barriera
  • Mantenere attivo il fibroblasta stimolandone il metabolismo, ossigenandolo
  • Portare al derma sostanze quali GAG, aminoacidi, acido Ialuronico.  AUTOCURA DOMICILIARE è fondamentale per guidare in modo corretto la ristrutturazione cutanea…..

Senza autocura si ha un peggioramento…il dopo è peggio del prima!!!….con pelle desquamata, grigia, ispessita, macchiata!!! 

 

QUANDO FARLO E PERCHÉ?

• ACID PEEL IN INVERNO: serve a preparare la pelle a proteggersi dal freddo e dagli sbalzi di temperatura caratteristici della stagione

• ACID PEEL FINO ALLA PRIMA SETTIMANA DI GIUGNO: seve a preparare la pelle alle frequenti esposizioni solari e per consentire una abbronzatura più compatta

• ACID PEEL A FINE ESTATE (DALLA SECONDA SETTIMANA DI SETTEMBRE): per togliere le macchie scure del viso ed eventuali residui di scottature

 

ACIDO GLICOLICO E PH, UN’ACCOPPIATA VINCENTE

Cicatrici minimizzate, rughe attenuate, grana della pelle impeccabile.

Normalmente, la percentuale di acido glicolico usata in un trattamento estetico arriva al massimo fino al 35%, con un pH di 3.0: questo perché se si facesse un trattamento con un pH vicino a quello della pelle (neutro, 5.5) i risultati sarebbero…nulli!

L’acido glicolico nudo e crudo è potenzialmente aggressivo, per questo motivo, nella medicina si usa l’acido glicolico a soluzione tamponata, a cui viene aggiunta una base alcalina che gli permette di avere un pH 3.0.

In questo modo, l’acido glicolico è sicuro, e le sue proprietà rimangono inalterate.

macchie cutanee

L’acido glicolico appartiene alla stessa famiglia degli acidi della frutta, chiamati tecnicamente alfaidrossiacidi e di cui fanno anche parte, ad esempio, l’acido citrico, l’acido malico o l’acido lattico.

Questo acido, in particolare, è ricavato dallo zucchero di canna, e ha la struttura molecolare più piccola tra tutti quelli della sua famiglia, ed è proprio questo che gli permette di penetrare al meglio nella pelle!

Questo acido è particolarmente indicato per le pelli mature e con macchie, ma anche per quelle acneiche, grasse o che hanno perso elasticità: questo perché l’acido glicolico rimuove lo strato corneo dell’epidermide, ovvero le cellule morte che vi si sono accumulate in superficie, attuando una leggera esfoliazione (un vero e proprio peeling) con cui si stimola la produzione di cellule nuove rendendo la pelle visibilmente più giovane, compatta e luminosa.

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.